Il Festival di Cannes festeggia 70 anni di cinema

Il Festival di Cannes festeggia 70 anni. La prima edizione ci fu nel 1946. Gli organizzatori decisero di consegnare 11 Grand Prix a film di diverse nazionalità. Tra le pellicole premiate c’era anche Roma Città Aperta di Roberto Rossellini.  Nel giro di qualche anno diventò insieme alla Mostra del Cinema di Venezia uno degli eventi cinematografici più importanti al mondo. Da allora molte cose sono cambiate. La prima è stata lo spostamento del periodo di inizio del Festival. Da Settembre si è passati a Maggio.  Dal 1991 è stato introdotto dal presidente del Festival Gilles Jacobs un nuovo spazio chiamato la “Lezione di cinema”, un incontro tra un regista famoso e un pubblico di critici, cinefili, studenti di cinema. Ispirandosi a questo nuovo spazio nel 2003 è stata creata la “Lezione di musica” nella quale c’è l’incontro del pubblico con i più grandi compositori di musiche per il cinema e nel 2004 la “Lezione d’attore”coinvolgendo anche gli attori in questi incontri.

La settantesima edizione del Festival francese, si è conclusa con la Palma d’oro 2017 consegnata al registra svedese Ruben Ostlund per il provocatorio The Square, un ritratto della società contemporanea visto attraverso il personaggio del  curatore di un museo di arte moderna. Durante la preparazione di una mostra che dovrebbe essere un invito all’altruismo e alla solidarietà accadono degli eventi strani come il furto di un cellulare.

Per quanto riguarda gli altri premi Il Grand Prix Speciale della Giuria è andato al film 120 battements par minute, quello della mise en scene a Sofia Coppola per il film L’inganno, quello du scenario alle pellicole The King of a Sacred Deer e You Were Never Really Here, quello d’interpretation feminine a Diane Kruger per la pellicola Asus dem Nichts, quello d’interpretation masculine a Joaquin Phoenix per You Were Never Really Here  e infine il premio della Giuria a Nelyubov di Andrei Zviaguintsev. Per quanto riguarda la sezione Un Certain Regard, da segnalare il premio come migliore interpretazione all’attrice italiana Jasmine Trinca per il film Fortunata.

A Cannes erano presenti anche molte star hollywoodiane come l’attore Will Smith, l’attrice Nicole Kidman che ha ricevuto un premio speciale per il settantesimo anniversario del Festival e il regista Pedro Almodovar presidente di Giuria.

La cerimonia di chiusura del Festival di Cannes è stata molto snella e condotta con grande maestria da Monica Bellucci che ha scelto un monologo nel quale ha ricordato “il valore del cinema, arte che ci permette di dialogare con le nostre coscienze. Abbiamo parlato della violenza del cinema, dei famosi  scandali  di Cannes, ma se pensiamo a quello che accade oggi, niente è più violento della realtà”.

 

Scappa-Get Out

scappa-get out

 Paese    USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata    103 min

Scappa- Get Out è il nuovo horror psicologico uscito nelle sale il 18 maggio 2017 e diretto da Jordan Peele. Questo è l’esordio dietro la macchina da presa dell’attore-regista afroamericano. Il tema è quello del razzismo visto questa volta nel 2017 e non nel passato come in 12 anni Schiavo o Il Diritto di Contare. Nel cast troviamo Daniel Kaluuya, noto al grande pubblico per aver recitato  nel secondo episodio della prima stagione di Black Mirror e Bradley Whitford conosciuto per aver preso parte a pellicole come Save Mr Banks insieme a Tom Hanks, L’uomo Bicentenario con Robin Williams e all’Horror Quella casa nel bosco.

Rose porta il suo ragazzo Chris  a  conoscere la sua famiglia. Lei non ha comunicato ai genitori che il suo fidanzato è di colore.   Inizialmente sembra essere un tranquillo weekend. Non c’è nulla di strano.  A cena Jeremy racconta un aneddoto divertente sull’adolescenza della sorella Rose.  Poi nel cuore della notte  Chris  si alza e se ne esce in giardino perchè non riesce a prendere sonno. Di colpo vede arrivare di corsa il giardiniere anche lui afroamericano.  La famiglia Armitage che all’inizio sembra ospitale nasconde oscuri segreti. La madre di Rose lavora come psicologa e cura i suoi pazienti tramite ipnosi. Il giorno della rimpatriata l’atmosfera è strana. Chris è l’unico afroamericano e si sente osservato, giudicato anche se la fidanzata Rose cerca di non farglielo pesare. Ad un certo punto trova un ragazzo, anche lui di colore, accompagnato da una signora molto più grande di lui.  Nel bel mezzo di una conversazione inizia a sanguinare dal naso e mentre aggredisce fisicamente Chris pronuncia la parola “Scappa“. Cosa avrà voluto dire? Era un’invito ad abbandonare subito la casa? 

In Scappa-Get Out, film che ho molto apprezzato, il regista mescola vari sottogeneri dell’Horror tra i quali anche lo splatter. In una delle scene finali il volto di Dean il padre di Rose è raccapricciante e agghiacciante. Se anche voi siete amanti degli horror thriller scappate a vederlo al cinema. Non ve ne pentirete.

Voto: 3/5

 

 

La Fox ha in mente una decima stagione di How I met your mother

La Fox starebbe pensando di produrre la decima stagione di How i meet your mother abbandonando definitivamente lo spin-off. In questi anni si era parlato di una serie parallela che raccontasse le avventure di Marshall e Lily e una dal titolo  How I met your Dad, nella quale la parte della protagonista doveva essere affidata a Tracy la mamma. Sembrava che per la sit-com che ha fatto le fortune della CBS non ci potesse essere più speranza. Al momento questa è soltanto una voce.  In una recente intervista il presidente della Fox Dana Walden ha dichiarato: “Spero di avere la possibilità di riconsiderare questi personaggi e raccontare quelle storie se i creatori e le stelle avranno la voglia di farlo”.  La casa di produzione americana farà di tutto per mandare in onda sulla CBS la decima e ultima stagione di How I met your mother. 

Esistono due possibilità di sviluppo di questo nuovo capitolo della sit-com americana: 1) riprendere dal matrimonio tra Ted e Tracy, fino ad arrivare al  momento cruciale nel quale il protagonista chiede ai figli il permesso di stare con Robin, 2) riprendere dal finale della serie raccontando la vita di coppia di Ted e Robin e allo stesso tempo quella degli altri cinquantenni Barney, Lily e Marshall, provando ad aggiungere sullo sfondo anche i figli di Ted. 

I fans della sit-com sono rimasti un pò delusi dal finale e quindi non vedono l’ora che la Fox mandi in onda gli spot di annuncio della decima stagione. Di tutti gli attori che hanno fatto parte del cast per nove stagioni, quelli che al momento risultano  liberi sono Jason Segel e Allyson Hannigan. Neil Patrick Harris interpreta il Conte Olaf in Una Serie di Sfortunati Eventi, Cobie Smulders è alle prese con la serie Friends from College e Josh Radnor, che in How i met your mother interpreta Ted Mosby, è impegnato con la serie Rise.  Quindi bisognerà aspettare un bel pò per l’inizio delle riprese. 

 

 

King Artur il potere della spada

 Paese    USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata   126 min

 

King Arthur il potere della Spada è un film diretto da Guy Ritchie e uscito nelle sale italiane il 10 maggio 2017. Nel cast della pellicola Charlie Hunnam nella parte del protagonista, ci sono anche Jude Law e Eric Bana noto al grande pubblico per il ruolo di Ettore nella pellicola Troy. JudeLaw e Guy Ritchie avevano già lavorato con ottimi risultati nelle due pellicole su Sherlock Holmes. 

In King Arthur il potere della spada ci troviamo nella Londinium del tardo medioevo. Per le strade di questa città si aggira Artù un ragazzo proveniente da una famiglia nobile ma che lo zio Vortigern, diventato re dopo aver spodestato il padre, aveva fatto crescere in un bordello. Viene addestrato alle arti marziali da Kung Fu George, un uomo cinese dal nome buffo, del quale non si sa praticamente nulla. Non ci viene neanche spiegato il perchè si trovi a Londinium.  Nel prologo iniziale Guy Ritchie ci mostra il padre mentre è in battaglia per difendere il suo regno. Attorno a lui ci vengono mostrati Elefanti, mostri che volano  e la magia.  Artù però solo dopo aver estratto la spada appartenuta al padre dalla roccia comprende qual’è realmente il suo destino.  Nella pellicola troviamo anche un cameo dell’ex calciatore David Beckham amico del regista. 

Il King Arthur di Guy Ritchie è completamente diverso dai precedenti film sul personaggio medievale. Rispetto al King Arthur con Clive Owen del 2004 e al Re Artu interpretato da Sean Connery in Il primo Cavaliere del 1995, c’è molta più azione. In questa rivisitazione in chiave moderna c’è anche l’introduzione del fantasy, forse per avvicinare anche i giovani al personaggio e l’utilizzo del 3D. 

In questo film però mancano alcuni personaggi principali come Merlino che viene solo nominato, Ginevra e Lancillotto. Forse verranno esplorati in un possibile sequel. Il film è uscito nelle sale italiane da circa dieci giorni e da circa una settimana negli USA. Per avere qualche notizia in più su un possibile sequel dovremmo aspettare i prossimi mesi.  Questo film mi ha incuriosito non solo per la presenza di Jude Law nel cast ma anche per la scelta di inserire l’action e il fantasy. Una pellicola che ho apprezzato e consiglierei di andare a vedere, soprattutto a chi non si aspetta di ritrovare la trasposizione classica del libro “le Morte D’Artur” scritto da Thomas Mallory nel 1485.  

Voto 3/5

 

Sylvester Stallone e Jackie Chan per la prima volta insieme sul grande schermo

Il sogno di qualsiasi appassionato di film d’azione sta per diventare realtà. Le star del cinema anni ’80 e ’90  Sylvester Stallone e Jackie Chan lavoreranno insieme  sul grande schermo.  Il film in questione si chiama Ex – Baghdad e sarà diretto da Scott Waugh. Il film avrà un budget di 80 milioni di dollari e quindi diventerà uno dei più costosi provenienti dalla Cina. La pellicola avrà come protagonista un agente di una compagnia di sicurezza privata che dovrà salvare i dipendenti di una raffineria cinese  presa di mira che si trova nella città di Mosul in Iraq.  Per fare questo dovrà collaborare con un ex marine americano. Insieme scopriranno la cospirazione che l’obiettivo dei terroristi è il petrolio. In questo caso la politica non c’entra.  Un thriller che già attira la curiosità dei fan dei due attori, nonostante non ci siano ancora notizie sull’inizio delle riprese e sulla possibile data di uscita della pellicola.  

Sylvester Stallone al momento è impegnato sul set di Escape Plan 2. Le riprese del film  sequel di Escape Plan uscito nel 2013 sono iniziate a marzo.  La pellicola dovrebbe uscire nel 2018.  Ex-Bagdad  potrebbe essere il film del riscatto da parte di Jackie Chan. L’attore cinese ha avuto il suo momento d’oro tra gli anni novanta e la metà degli anni 2000. Negli ultimi anni la sua popolarità soprattutto negli Usa e in Europa è calata. Il fatto di lavorare insieme a Sylvester Stallone non può che fargli bene. Chissà che questa nuova coppia cinematografica non possa proseguire la loro collaborazione in altri film.

Questo al momento non possiamo dirlo. Dobbiamo aspettare l’uscita della pellicola negli Usa e in Europa per capire se l’affiatamento sul set tra i due attori c’è stato. Tutti i fan dell’attore cinese sperano possa tornare ai livelli di Pallottole Cinesi e Due Cavalieri a Londra con Owen Wilson e la trilogia d’azione Rush Hour insieme a Chris Turner. 

 

La coppia Scorsese-De Niro torna al cinema

La coppia ScorseseDe Niro è pronta a tornare sul grande schermo. L’ultima volta che hanno lavorato insieme è stato nel 1995 per il film Casinò. La pellicola prodotta dalla piattaforma streaming Netflix, si intitola The Irishman. Le riprese inizieranno ad Agosto. Secondo alcune voci, nel cast dovrebbero esserci anche Al Pacino, Joe Pesci, Bobby Cannavale  e Harvey Keitel.  De Niro interpreterà Frank “The Irishman” Sheeran un assassino della mafia che sembra essere coinvolto nella morte di Jimmy Hoffa. Una delle novità che Scorsese vorrebbe inserire nella pellicola è il ringiovanimento dell’attore attraverso la computer grafica.  Chissà come verrà percepita dallo spettatore e dai numerosi fan dell’attore. Se le voci  sul cast dovessero essere confermate, De Niro e Al Pacino tornerebbero a lavorare insieme a quasi 10 anni di distanza da Sfida senza Regole del 2008. 

La sceneggiatura del film è stata affidata a Steve Zaillian uno dei più apprezzati. Nella sua carriera ha scritto copioni di pellicole famose come Schinder’s List, Mission Impossibile di Brian De Palma, Hannibal e American Gangester per Ridley Scott. Quindi non proprio il primo arrivato. Il budget stanziato per questo film è di 100 milioni, quindi le aspettative sono alte. La distribuzione nelle sale americane dovrebbe arrivare non prima del 2019.  Netflix conta di farlo uscire in tempo utile per l’inserimento nella lista delle pellicole che si contenderanno l’Oscar. Quindi diciamo che fra un paio d’anni sarà uno dei film più attesi negli USA.  Robert De Niro torna a lavorare in un gangester movie.  L’ultimo  è stato Quei Bravi Ragazzi del 1990 diretto proprio da Scorsese. Al momento le notizie sulla pellicola sono poche, bisognerà aspettare l’inizio delle riprese per saperne di più.

Quello della coppia Scorsese-De Niro è un sodalizio cinematografico iniziato nel 1973 con il film Mean Street-Domenica in chiesa, Lunedì all’inferno  e proseguito con altri capolavori come Taxi Driver del 1976  Toro Scatenato del 1980, Quei Bravi ragazzi del 1990, Cape Fear Il  promontorio della Paura del 1991 per poi arrivare a Casinò del 1995.  I fan italiani del regista e dell’ex premio Oscar sperano che la pellicola arrivi anche nel nostro paese. Se ciò non dovesse accadere ci toccherà vederla su Netflix. 

 

Trent’anni fa nasceva un cartone diventato un’icona: I Simpsons

I Simpson

 Paese    USA
 Lingua    Inglese
 Anno    1987
 Stagioni    28
 Episodi    618

Nel 1987 la Fox trasmise all’interno del Tracey Ullman Show, uno spettacolo comico, alcuni cortometraggi della durata di due minuti, di uno dei cartoni animati destinati a cambiare la storia della televisione moderna:I Simpson. Questo avvenne fino al 1989 quando venne trasmesso il primo episodio della serie animata dal titolo “Simpsons Roasting on an Open fire” tradotto in italiano “Natale da Cani“. La prima apparizione dei personaggi colorati di giallo fu vista negli USA da 13 milioni di spettatori. Il fumettista americano Matt Groening, non avrebbe mai immaginato che a quella prima puntata trasmessa nel periodo natalizio di 28 anni fa ne sarebbero seguite altre 617. In Italia arrivò soltanto due anni dopo nel 1991. Fu trasmessa inizialmente in seconda serata su Canale 5 per poi essere spostata nella fascia pomeridiana prima dell’inizio di Bim Bum Bam. Dal 1998 la serie animata è stata spostata su Italia Uno. 

Inizialmente negli Usa le cose non andarono per il verso giusto. La serie animata prodotta dalla Fox venne criticata per lo stile sopra le righe dei personaggi definito addirittura “volgare” e quindi non adatto a tutti. Alla fine però il successo fu talmente clamoroso da soppiantare i giudizi negativi. Alcune battute come “Mitico”, “Brutto bagarospo”, il famosissimo “Doh” di Homer e l’insulto “Ciucciati il calzino” pronunciato da Bart entrarono a far parte del linguaggio comune. 

Negli episodi della serie ci sono state numerose apparizioni da parte di star del mondo dello spettacolo come Liz Taylor, Kim Basinger, Mel Gibson, senza contare i doppiaggi illustri. I Simpson sono entrati nel Guinnes Word Record per “più celebrità partecipanti in una serie animata”.  Hanno anche omaggiato grandi capolavori del cinema come Casablanca, Il Padrino, Psyco, Gli Uccelli, La finestra sul cortile.  In questi 30 anni  I Simpsons hanno battuto numerosi record.  Addirittura nel 1999 la rivista Time la definì “migliore serie televisiva del secolo”. Il 17 gennaio del 2000 ottennero una stella nella Hollywood Walk of Fame e nel 2007 sbarcarono nelle sale di tutto il mondo con I Simpson Il Film. 

La serie sulla famiglia più irriverente d’America  formata dal capofamiglia Homer, la moglie Margie e i figli Bart, Lisa e Maggie  e collocata nella immaginaria Springfield è arrivata alla ventottesima stagione, ancora inedita in Italia, anche se la Fox ha annunciato il rinnovo per altre due stagioni la ventinovesima e la trentesima. I fans sperano che possa avere altri 30 anni di successi televisivi. La Fox però ha annunciato che con la trentesima stagione si spegneranno le luci sulla città di Springfield e i suoi irriverenti personaggi. 

 

 

Hollywood prepara una nuova versione di Assassinio sull’Orient Express

Assassinio sull'Orient Express

Il 10 novembre nelle sale americane e il 13 dicembre in quelle italiane uscirà una nuova versione di Asssassinio sull’Orient Express uno dei libri più famosi scritti da Agatha Christie. La trasposizione più famosa è quella uscita nelle sale di tutto il mondo nel 1974. Nel cast di quel film c’erano anche Sean Connery, Ingrid Bergman e Anthony Perkins, conosciuto dal grande pubblico per il ruolo di Norman Bathes in “Psyco” di Alfred Hitchcock. 

In questa versione 2017 di Assassinio sull’Orient Express, ci sono Kenneth Branagh regista della pellicola e interprete del celebre detective Poirot, Johnny Deep, Penelope Cruz, Judi Dench, conosciuta al grande pubblico per il ruolo di M in sette film della saga di James Bond, Michaelle Pfeiffer e Williem Defoe, noto al grande pubblico per il ruolo di Norman Osborn nei primi tre film della saga di Spiderman. 

In una recente intervista parlando del film Assassinio sull’Orient Express Kenneth Branagh ha dichiarato:”Sarei deliziato di tornare nel ruolo di Poirot. Mi sono divertito moltissimo ad esplorare la natura del personaggio  e a leggere ancora più libri dove appare per capire ed ammirare meglio i talenti di Agatha Christie. Assassinio sull’Orient Express è stato un fantastico premio creativo, quindi mi piacerebbe assolutamente realizzare degli altri film.” Anche Judi Dench è rimasta affascinata dai romanzi della scrittrice britannica dichiarando:”Mi sono divertita moltissimo: devono riprendere l’intero cast per il prossimo film. Indosseremo abiti diversi e reciteremo parti diverse. Mi metterò dei baffi se vogliono!.” 

Visto il rilascio delle prime immagine sulla pellicola la 20th Century Fox, nonostante manchino sei mesi all’uscita nelle sale americane e sette in quelle italiane, ha lanciato il sito Clues Are Everywhere(Gli Indizi Sono Dappertutto), nel quale i fan sono invitati a risolvere un mistero legato al film.  Sono state già inserite le biografie dei 13 sospettati, mentre il primo indizio si trova nascosto nella copertina realizzata dal giornale Entertainment Weekly. Gli altri verranno svelati attraverso trailer, poster e apparizioni televisive del cast. 

Vedremo se questa versione moderna piacerà ai fan della celebre scrittrice britannica.  Dal 13 dicembre preparatevi a fare un viaggio sull’Orient Express. Attenzione a ciò che succede durante il tragitto. Potreste essere  sospettati di omicidio. 

 

Sky Atlantic dal 16 maggio ci riporta indietro al 1993

 Paese    Italia
 Lingua   Italiano
 Anno    2017
 Stagioni   2
 Episodi    8

1993 La serie  debutterà su Sky Atlantic il 16 maggio.  Ritroveremo molti degli attori presenti in 1992 come, Stefano Accorsi, Miriam Leone, Tea Falco, Domenico Diele, Antonio Gerardi e Guido Caprino. Ci saranno anche alcune new entry come Laura Chiatti, Paolo Pierobon, Vinicio Marchionni che si è fatto apprezzare dagli amanti delle serie tv per il ruolo del Freddo in Romanzo Criminale – La serie e infine Elena Radonicich. Per far entrare lo spettatore ancora di più nell’atmosfera dei primi anni ’90, Sky Atlantic +1 è diventato Sky Atlantic 1993.

Questa seconda stagione inizia pochi mesi dopo la conclusione della prima. Riparte dal 30 aprile 1993,quando una folla tirò una pioggia di monetine su Bettino Craxi di fronte l’hotel Raphael di Roma. Leonardo Notte il protagonista, lascia il suo lavoro da pubblicitario per buttarsi in politica al fianco di Silvio Berlusconi ed entrare a far parte del nascente partito di Forza Italia ma, il suo passato continuerà a tormentarlo.  Al suo fianco ci sarà la new entry Anna.  Pietro Bosco eletto in parlamento con il partito della Lega Nord, nonostante la sua ossessione per Veronica, capisce che il ruolo del politico gli calza a pennello. Il pm Antonio di Pietro e il poliziotto Luca Pastore continuano la loro battaglia per Mani Pulite.Veronica Castello è riuscita a diventare una showgirl molto apprezzata a livello nazionale, ma dovrà affrontare colleghe molto agguerrite. Bibi Mainaghi ora ha ricchezza e potere ma è sola ed il fratello si sta perdendo.

Sky ha già annunciato che ci sarà un terzo seguito, forse quello conclusivo, dal nome 1994 e incentrato sulla definitiva ascesa politica di Silvio Berlusconi. Rispetto alla prima stagione, questa seconda avrà due episodi in meno, invece di 10  8.  

C’è molta curiosità verso il personaggio di Massimo D’Alema interpretato da Vinicio Marchionni. E’ la prima volta che interpreta il ruolo di un politico.  Quindi non resta che aspettare il 16 maggio e goderci questa attesissima seconda stagione, perchè ogni rivoluzione ha un prezzo.