Ghost in the Shell

Ghost in the Shell

 Paese   USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata    120 min

Ghost in the Shell è un film d’azione diretto da Rupert Sanders e uscito nelle sale italiane il 30 marzo. La pellicola, che nel suo cast ha attori del calibro di Scarlett Johansson e Juliette Binoche, riprende dal manga giapponese disegnato dal fumettista Masamune Shirow e serializzato sullo Young Magazine nel 1989.

Nel film il protagonista è il Maggiore  Killian, il prototipo di quello che molti potrebbero diventare in futuro. Il suo corpo, recuperato dopo un bruttissimo incidente, è stato sostituito da uno artificiale. Il suo Ghost, la sua anima, è invece rimasta intatta.  Del suo passato ricorda pochissimo. Alla Hanka Robotics, l’azienda che l’ha ricostruita, le dicono soltanto che i suoi genitori sono morti. Lo scopo del Maggiore Killian e della Section 9 per la quale lavora è trovare ed eliminare un misterioso terrorista di nome Kuze. Un nemico molto pericoloso pronto a tutto pur di sabotare la Hanka Robotics. Il motivo di questo suo accanimento verso l’azienda più famosa della città che ha costruito la maggior parte dei robot che la popolano è un mistero, così come la sua identità.

La scelta di Scarlett Johansson nel ruolo della protagonista sembra azzeccata nonostante le polemiche iniziali da parte dei fan del manga giapponese. La star hollywoodiana è abituata a ricoprire ruoli d’azione e il suo fisico si presta molto a interpretare l’ibrido umano-cyborg.

Sanders tende un pò a discostarsi dagli anime del 1995 e del 2004.  Quelli erano più profondi e psicologici, dedicando più di una scena a considerazioni sulla vita virtuale, il senso di inadeguatezza dei cyborg. Nel film tutto questo viene sostituito dai dubbi del Maggiore Killian sul suo passato, funzionali alla trama. Il regista della pellicola live-action, ha voluto avvicinare la stragrande maggioranza del pubblico che non era a conoscenza della filosofia cyberpunk  del disegnatore Masume Shirow.

Secondo me l’operazione è riuscita molto bene, visto che le scene delle sparatorie sono tipiche di un action movie hollywoodiano. Se siete amanti degli action-movie, fan di Scarlett Johansson o fan del manga giapponese, questo è il film che fa per voi. Se trovate ancora qualche cinema che lo proietta andatelo a vedere.

Voto 3,5/5

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *