La Battaglia di Hacksaw Ridge

La Battaglia di Hacksaw Ridge

 Paese    AUS-USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2016
 Durata    131 min

Mel Gibson dieci anni dopo Apocalipto, torna dietro la macchina da presa con la Battaglia di Hacksaw Ridge. Il film vanta un cast di prim’ordine. Il protagonista è Andrew Garfield e il sergente che lo addestra è interpretato da Vince Vaughn. La pellicola è tratta da una storia vera.

Il protagonista è Desmond Doss un ragazzo cresciuto sulle montagne della Virgina che un giorno decide di arruolarsi e servire il suo paese. All’inizio il padre non prende bene la notizia e cerca in tutti i modi di fargli cambiare idea.  L’addestramento al quale si sottopone prevede che lui superi tutte le prove fisiche saltando quelle nelle quali c’è l’utilizzo del fucile. Per questa cosa rischia di essere giudicato dalla corte marziale e incarcerato. Alcuni mesi dopo viene spedito come medico militare in Giappone sull’isola di Okinawa.  Desmond Doss, incurante del pericolo, va alla ricerca di soldati feriti e ancora in vita. Grazie al suo coraggio riuscì a salvare ben 75 soldati. 

Fino a qualche mese fa nessuno sapeva la storia di Desmond Ross, soccorritore militare che ha partecipato a tre campagne nel pacifico,  ricordato per la battaglia di Hacksaw Ridge  sull’isola  di Okinawa in Giappone.  Per il suo coraggio, al termine della guerra fu insignito dal governo degli USA della medaglia d’onore, la più alta onorificenza militare. 

La Battaglia di Hacksaw Ridge merita le sei candidature agli Oscar, comprese quelle come miglior film e miglior attore protagonista per Andrew Garfield.  Per la prima volta lo abbiamo visto in un ruolo drammatico e soprattutto in un film di guerra. Dopo questa pellicola, Andrew Garfield non verrà più identificato come l’Uomo Ragno, il supereroe mascherato interpretato in Amazing Spiderman e Amazing Spiderman 2 – Il potere di Electro.  Peccato che Mel Gibson non abbia ricevuto la nomination come miglior regista. Per il suo ritorno in grande stile dietro la macchina da prese l’avrebbe meritata. 

 Voto: 4/5

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *