Romics 2017

Romics

Dal 6 al 9 aprile a Roma si è svolta la XXI edizione del Romics.  A differenza degli altri festival internazionali su fumetto, animazione, cinema e games, quello romano ha due edizioni, una che si svolge in autunno  e una che si svolge a primavera. Il Romics quest’anno ha fatto registrare una grande affluenza di pubblico. Erano presenti non solo giovani e giovanissimi ma anche over 30 e over 40. A caratterizzare, non solo la manifestazione romana ma anche le altre italiane e internazionali su fumetto, animazione, cinema e games, è la presenza dei cosplayers. Anche a me la prima volta è sembrata strana questa parola. Fino a qualche settimana fa non sapevo cosa significasse. Comunque i cosplayers sono persone che, per hobby o lavoro, partecipano a queste manifestazioni fumettistiche vestite da personaggi di film, fumetti Marvel o Dc Comics, Manga.  Chiunque può avvicinarsi a loro e farsi un selfie.

Una delle giornate clou della manifestazione, era quella di sabato. Il primo evento è stato quello della Warner Bros nel padiglione 8 con la proiezione di una clip tratta dal film King Artur: il potere della spada in uscita a maggio nelle sale italiane. Tra quelli  della mattina, da segnalare anche quello relativo all’incontro con Sharon Calahan Direttrice della Fotografia di Disney/Pixar sempre nel padiglione 8 e quello sul Sound Design & Music composition per trailer e Cinema, svoltosi nel padiglione 5 chiamato Pala Movie. Per quanto riguarda il pomeriggio, quelli più importanti erano: gli incontri con alcuni tra gli youtubers più famosi come Illuminati Crew e Into the Nerd nel padiglione 6 chiamato Pala Games perchè rivolto al mondo del computer e dei videogames, quello relativo al’eSport in Italia al quale ha partecipato anche Mattia Guarracino Videogiocatore di Fifa tesserato con l’UC Sampdoria e quello relativo all’incontro con la disegnatrice Emanuela Lupacchino che, prima di lavorare alla DC Comics, è stata anche alla Marvel, nel padiglione 9 chiamato Pala Comics  dedicato agli incontri con gli autori, mostre, Kid e Junior, giochi da carte, infine nel padiglione 8 detto Pala Romics,  rivolto a grandi eventi e proiezioni, ci sono stati l’incontro con Yoshiyuki Tomino il padre di Gundam, colui che lo ha creato, arrivato direttamente dal Giappone e quello della Scuola Romana di Fumetti, che ha svelato i dietro le quinte dei disegnatori di fumetti.  Nel padiglione 7 invece, non ci sono stati eventi visto che era dedicato interamente al mondo del fumetto, con fumetterie e case editrici che esponevano i loro prodotti.

L’appuntamento con la XXII edizione del Romics è in autunno nel mese di ottobre, nel quale ci sarà anche l’edizione 2017 del Lucca Comics l’evento fumettistico più importante non solo in Italia ma anche nel mondo. Tra fine aprile e l’inizio di maggio, ci sarà l’ultima manifestazione fumettistica della città di Napoli. Secondo quanto trapelato su internet, per motivi economici non ci sarà un’edizione 2018 del Napoli Comicon e la città designata a sostituirla sembra essere Bologna. Però al momento questi sono solo rumors, non c’è niente di ufficiale. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *