Manchester By the Sea

Manchester By the Sea

 Paese    USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2016
 Durata    135 min

Manchester By The Sea è un film drammatico diretto da Kenneth Lonergan e uscito nelle sale italiane il 16 febbraio 2017. Per lui questa è soltanto la terza esperienza dietro la macchina da presa. In questi anni ha lavorato anche come drammaturgo scrivendo piece teatrali di successo come “This Is Our Youth” nominata per il miglior testo al Drama Desk. Nel cast ci sono Casey Affleck conosciuto al grande pubblico per aver recitato in film come Interstellar, Il fuoco della vendetta, L’ultima tempesta e Codice 999 e Michelle Williams che in questi anni si è fatta apprezzare non solo per aver recitato nella Serie tv Dawson Creek, andata in onda tra il 1998 e il 2003, ma anche per film come Marilyn, Blue Valentine, Il Grande e Potente Oz.

Manchester By The Sea racconta la storia di Lee Chandler un uomo che  vive a Boston lavorando come portiere e tuttofare. Un giorno riceve dall’amico George la notizia che il fratello Joe ha avuto un attacco cardiaco. Lee è costretto a tornare a Manchester la sua città d’origine. Lui però arriva in ospedale solo dopo la morte del fratello. Per stare vicino al nipote Patrick dopo questa dolorosa perdita, Lee decide di rimanere per qualche giorno a Manchester. Quando si reca dall’avvocato per la lettura del testamento lasciato dal fratello Joe, scopre di essere il tutore del nipote.  La cosa non lo esalta però dovrà convivere con lui almeno fino a primavera quando ci sarà il funerale.  La parte centrale del film è piena di flashback, nei quali Lee ricorda la vita passata a Manchester con la ex moglie Randi e le sue figlie. Uno di questi, il più doloroso, riguarda l’incendio della casa. Una sua distrazione, ha portato alla morte delle figlie.

Una pellicola incentrata sulla famiglia, con il protagonista che ha un atteggiamento freddo, quasi impassibile, come se non gli importasse di cosa gli accade attorno. In Manchester By the Sea c’è un continuo cambiamento di umore, passando dalla risata, alla riflessione e infine alla sofferenza.  Il film ha ricevuto ben 6 nomination agli Oscar 2017 vincendo soltanto due premi: quello come miglior attore protagonista con Casey Affleck e quello per la miglior sceneggiatura originale a Kenneth Lonergan.

Il giorno dopo la cerimonia degli Oscar, ero rimasto un pò perplesso sul perchè avessero dato il premio come miglior attore protagonista a Casey Affleck e non  ad uno tra Ryan Gosling e Denzel Washington, i due favoriti della vigilia. Dopo la visione del film mi sono dovuto ricredere. L’Oscar a Casey Affleck è più che meritato.

Una pellicola che consiglio di andarvi a vedere al cinema. Sicuramente verrete rapiti dall’atmosfera di Manchester By The Sea,cittadina sul mare a nord di Boston, ed entrerete a far parte delle dinamiche della famiglia Chandler.

Voto:3,5/5

 

 

Una gaffe da Oscar

Oscar

Nella notte italiana tra domenica e lunedì si è svolta la cerimonia di premiazione degli ottantanovesimi Accademy Awards, meglio conosciuti come Oscar. Questa edizione entrerà nella storia anche per la gaffe nella lettura della busta contente il vincitore del premio come Miglior Film.  L’attore Warren Beatty annuncia la vittoria del favorito La La Land. I produttori del musical, iniziano il discorso e i ringraziamenti. Poi però vengono stoppati subito. Dopo alcuni minuti di confusione è il produttore di La La Land John Horowitz ad annunciare che non è la sua pellicola a vincere l’ambita statuetta ma Moonlight, mostrando anche il cartellino con il nome. E’ proprio il caso di dirlo, una gaffe da Oscar. Anche per quanto riguarda gli altri premi c’è stata qualche sorpresa.  Come migliore attore protagonista ha vinto Casey Affleck per il film Manchester By the Sea. Rimasto a bocca asciutta il favorito di questa categoria Ryan Gosling che aveva trionfato invece ai Golden Globes.   Miglior Regia a Damien Chazelle per La La Land. Miglior sceneggiatura originale a Kennet Lorergan per Manchester By The Sea. Miglior sceneggiatura non originale a Barry Jenkins e Tarrell Mc Craney per Moonlight. Miglior canzone “City of Stars” inserita nel  musical La La Land. Miglior colonna sonora Justin Hurwitz per La La Land.  Miglior fotografia Linus Sandergen La La Land. Miglior cortometraggio Sing. Miglior montaggio a John Gilbert per La Battaglia di Hacksaw Ridge. Migliori effetti speciali a Robert Legato, Adam Valdez, Andrew Jones e Dan Lemmon per il libro della Giungla.  Miglior scenografia a Sandy Raynolds per La La  Land. Miglior film d’animazione Zootropolis. Miglior corto d’animazione Piper. Miglior film straniero a Il Cliente di Asghar Farhadi. Miglior attrice non protagonista a Viola Davis per Barriere. Miglior Montaggio sonoro a Sylvain Bellemere per Arrival. Miglior sonoro a Kevin O’Connell per La Battaglia di Hacksaw Ridge. Miglior documentario O.J Made in america. Resta all’asciutto Fuocoammare di Gianfranco Rosi. Migliori costumi a Colleen Atwood per Animali fantastici e dove trovarli. Miglior trucco Alessandro Bertazzi per Suicide Squad. Miglior attore non protagonista Mahershala Ali per Moonlight.  

Questa verrà ricordata come l’edizione più “black” della storia degli Oscar. Voi a chi li avreste assegnati questi premi? Siete d’accordo con la giuria degli Accademy Awards 2017?