Madre: l’horror psicologico con Jennifer Lawrence che non accontenta la critica a Venezia

Jennifer Lawrence

Madre, uno dei film più attesi della 74esima edizione del Festival del Cinema di Venezia, ha deluso le aspettative. Questo horror paranoico diretto da Darren Aronofsky e interpretato da due grandi star del calibro di Jennifer Lawrence, Javier Barden e Michelle Pfeiffer non ha trovato il gradimento della critica italiana. Per la  stampa italiana sembra che Aronofsky abbia girato una parodia di Shining e Rosemary’s Baby. Eppure il regista americano di origini russe e ucraine non è uno alle prime armi. Ha diretto pellicole come Requiem for a dream nel 2000, The Wrestler nel 2008 e il cigno nero, film del 2010 che lo anche candidato agli Oscar 2011 come miglior regista.  Sicuramente Aronofsky non riceverà il Leone d’oro per questa sua ultima pellicola. Al momento non sappiamo come verrà accolto oltreoceano visto che uscirà nelle sale americane soltanto il 15 settembre mentre in italia il 28. Forse la critica statunitense sarà più clemente verso il regista e la pellicola. Staremo a vedere. 

Da quel poco che possiamo sapere, Jennifer Lawrence e Javier Barden sono una coppia in procinto di sposarsi. Lui è uno scrittore di successo in cerca di una nuova fonte di ispirazione e lei la sua giovane musa ispiratrice rimettendo a nuovo la magione di campagna dove hanno deciso di abitare. Ad un certo punto compaiono dal nulla, Ed Harris e la moglie interpretata dalla bravissima Michelle Pfeiffer. La casa che la ragazza vorrebbe trasformare in paradiso diventa un vero e proprio inferno.  

Ora non ci resta che aspettare il 28 settembre per capire come sarà la reazione alla pellicola del pubblico italiano in sala. Nel caso in cui anche lo spettatore al cinema dovesse esprimere parere negativo, allora nel nostro paese Madre potrebbe essere un flop.  Comunque io non darei giudizi affrettati. Meglio aspettare fine mese così avremo sia quelli dello spettatore italiano che dello spettatore americano.