Barriere

 Paese    USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2016
 Durata    138 min

Barriere è il nuovo film diretto e interpretato da Denzel Washington. La pellicola uscita nelle sale italiane il 23 febbraio 2017, ha avuto quattro nomination agli Oscar.  Purtroppo il film è riuscito a vincere soltanto il premio come miglior attrice non protagonista con Viola Davis, conosciuta dal grande pubblico per il ruolo di Annalise Keating nella serie Le Regole del Delitto Perfetto arrivata alla terza stagione.  Quindi, c’era molta curiosità per vedere all’opera due grandi attori che non avevano mai lavorato insieme sul grande schermo. 

Il protagonista della pellicola è Troy Maxson ex promessa del baseball che lavora come netturbino nella Pittsburg degli anni’50.  Dopo il lavoro torna sempre a casa cercando di educare al meglio i suoi figli, istruendoli su cosa è necessario per costruirsi un futuro.  Nel tempo libero si concede delle lunghe bevute di Gin insieme all’amico Jim Bono e si prende cura del fratello  malato Gable, rimasto con una placca nel cervello a causa della guerra.  Lui ha due figli: il primo Lyons 34 anni, avuto dalla prima moglie, suona Jazz e va a trovare il padre soltanto quando ha bisogno di soldi mentre, il secondo di nome Cory  lo ha avuto dalla moglie Rose con la quale è sposato da ben 18 anni.  Troy è un buon padre ma non sempre riesce a farsi apprezzare. Ad un certo punto il rapporto, soprattutto con il secondo figlio, si inizia a rovinare a causa del suo rifiuto di farlo giocare in una squadra di Football quando sarà al college. 

Barriere è il rifacimento della pies teatrale Fence messa in scena nel 1983 da August Wilson, annoverato anche come sceneggiatore nonostante sia morto nel 2005.  In questo suo terzo film da regista Denzel Washington mescola molto bene teatro e cinema. Cerca di fare una sua trasposizione personale di un’opera teatrale di successo.  In questo film Denzel Washington vuole trasmettere allo spettatore un suo punto di vista sulle discriminazioni razziali presenti nell’America degli anni ’50.  Le barriere che danno il titolo alla pellicola, stanno a indicare il senso di protezione da parte del protagonista verso la propria famiglia. Grande interpretazione anche da parte di Viola Davis. Il suo Oscar come miglior attrice non protagonista è più che meritato.

Se cercate un film premiato agli Oscar da vedere al cinema, Barriere è quello giusto per voi. Denzel Washington e Viola Davis vi cattureranno con le loro interpretazioni, facendovi uscire soddisfatti dalla sala. 

Voto:3,5/5

 

 

 

 

Una gaffe da Oscar

Oscar

Nella notte italiana tra domenica e lunedì si è svolta la cerimonia di premiazione degli ottantanovesimi Accademy Awards, meglio conosciuti come Oscar. Questa edizione entrerà nella storia anche per la gaffe nella lettura della busta contente il vincitore del premio come Miglior Film.  L’attore Warren Beatty annuncia la vittoria del favorito La La Land. I produttori del musical, iniziano il discorso e i ringraziamenti. Poi però vengono stoppati subito. Dopo alcuni minuti di confusione è il produttore di La La Land John Horowitz ad annunciare che non è la sua pellicola a vincere l’ambita statuetta ma Moonlight, mostrando anche il cartellino con il nome. E’ proprio il caso di dirlo, una gaffe da Oscar. Anche per quanto riguarda gli altri premi c’è stata qualche sorpresa.  Come migliore attore protagonista ha vinto Casey Affleck per il film Manchester By the Sea. Rimasto a bocca asciutta il favorito di questa categoria Ryan Gosling che aveva trionfato invece ai Golden Globes.   Miglior Regia a Damien Chazelle per La La Land. Miglior sceneggiatura originale a Kennet Lorergan per Manchester By The Sea. Miglior sceneggiatura non originale a Barry Jenkins e Tarrell Mc Craney per Moonlight. Miglior canzone “City of Stars” inserita nel  musical La La Land. Miglior colonna sonora Justin Hurwitz per La La Land.  Miglior fotografia Linus Sandergen La La Land. Miglior cortometraggio Sing. Miglior montaggio a John Gilbert per La Battaglia di Hacksaw Ridge. Migliori effetti speciali a Robert Legato, Adam Valdez, Andrew Jones e Dan Lemmon per il libro della Giungla.  Miglior scenografia a Sandy Raynolds per La La  Land. Miglior film d’animazione Zootropolis. Miglior corto d’animazione Piper. Miglior film straniero a Il Cliente di Asghar Farhadi. Miglior attrice non protagonista a Viola Davis per Barriere. Miglior Montaggio sonoro a Sylvain Bellemere per Arrival. Miglior sonoro a Kevin O’Connell per La Battaglia di Hacksaw Ridge. Miglior documentario O.J Made in america. Resta all’asciutto Fuocoammare di Gianfranco Rosi. Migliori costumi a Colleen Atwood per Animali fantastici e dove trovarli. Miglior trucco Alessandro Bertazzi per Suicide Squad. Miglior attore non protagonista Mahershala Ali per Moonlight.  

Questa verrà ricordata come l’edizione più “black” della storia degli Oscar. Voi a chi li avreste assegnati questi premi? Siete d’accordo con la giuria degli Accademy Awards 2017? 

 

 

Una serie di Golden Globes

A Los Angeles questa notte è andata in scena la premiazione dei Golden Globes 2017. Alla cerimonia che precede quella degli Oscar era presente il meglio del cinema e delle Serie Tv. Per quanto riguarda le premiazioni delle varie categorie, si sono alternate varie star sul palco. Tra queste possiamo citare Meryl Streep, Sting, Vince Vaughn e Michael Keaton che in questo inizio di 2017 sarà nelle sale con il film The Founder basato sulla storia della McDonalds.

Per quanto riguarda la televisione, il premio come miglior serie drammatica in questi Golden Globes è andato a The Crown basata sulla vita di Elisabetta II e della famiglia reale britannica. Il favorito della vigilia in questa categoria era Il trono di Spade giunto alla settima stagione. Nella categoria miglior attrice in una serie drammatica ha vinto Clayre Foy per la sua interpretazione della regina Elisabetta II in The Crown. IL premio come miglior attore in una serie drammatica è stato consegnato a Billy Bob Thornton per  Goliath un legal drama prodotto da Amazon.  

Nella categoria miglior serie commedia o musical la vincitrice è stata Atlanta che narra le vicende di due ragazzi che cercano di farsi largo tra i rapper della città di Atlanta. Il premio come miglior attrice in una serie commedia o musical è andato a Tracee Ellis Ross per la serie Black-ish. In questa categoria ha ricevuto la nomination anche Sara Jessica Parker protagonista della serie Divorce. Come miglior attore protagonista in una serie commedia o musical ha vinto Donald Glover per Atlanta.  

Il premio come migliore miniserie o film per la tv è stato vinto da American Crime Story: Il caso O.J. Simpson. Quello come miglior attrice in una miniserie o film della tv è andato a Sara Paulson protagonista femminile di American Crime Story: Il caso O.J.Simpson.   Per la categoria miglior attore in una miniserie o film per la tv  è stato premiato Tom Hiddleston protagonista di The Night Manager e conosciuto dal grande pubblico per le sue interpretazioni nel ruolo di Loki nella  saga Marvel Thor e  nei due film sugli Avengers The Avengers e Avengers: Age of Ultron. Come miglior attrice protagonista in una miniserie o film per la tv è stata premiata Olivia Colman per The Night Manager. Sempre per la stessa serie tv è stato premiato Hug Laurie conosciuto al grande pubblico per il ruolo di Dottor. House, nella categoria miglior attore non protagonista in una miniserie o film per la tv.

Per quanto riguarda il cinema il film che ha ricevuto più premi è stata la commedia musicale La La Land, la quale ha vinto i premi come miglior commedia o musical, miglior regia, miglior sceneggiatura, miglior attrice in una commedia o musical andato a Emma Stone, miglior attore in una commedia o musical andato a Ryan Gosling, miglior colonna sonora e miglior canzone. Per quanto riguarda gli altri premi, per la categoria miglior film drammatico il vincitore è stato il film Moonlight, come miglior attrice in un film drammatico ha vinto Isabelle Huppert per Elle, miglior attore in un film drammatico ha vinto Case Affleck protagonista della pellicola Manchester by the Sea, migliore attrice non protagonista Viola Davis per Barriere, miglior attore non protagonista Aaron Taylor-Johnson per Animali Notturni, miglior film animato Zootropolis e miglior film straniero Elle.

Durante la cerimonia è stato consegnato anche il Golden Globes alla carriera a Meryl Streep. Siete d’accordo con le assegnazioni? Voi a chi li avreste dati i premi per le serie tv e il cinema? Scrivetelo nei commenti all’articolo.